Il piede piatto nell'adulto

Aggiornamento: 20 ott 2021




Il piede piatto dell’adulto è un quadro acquisito, evolutivo, su predisposizione congenita. Come per il bambino, un piede si definisce piatto per appianamento dell’altezza della volta plantare e cedimento del piede verso l’interno, con valgismo del calcagno. In senso funzionale il piede piatto dell’adulto appartiene alla sindrome pronatoria, cui partecipano, oltre al piede, le ginocchia che valgizzano, l’anca che extraruota e la postura, nella sua globalità, che si altera per ricerca del baricentro con iperlordosi e, spesso, dismetria.

Nei casi avanzati il piede è apropulsivo e la deambulazione quasi arrancante, con difficoltà di equilibrio e dondolio anomalo.


Molte persone convivono col loro piede piatto tutta la vita, ma alcune, per traumi minori, sovraccarichi professionali, alterazioni ormonali, cui consegue eccesso di peso, sviluppano un piede piatto sintomatico.

Il dolore è riferito sul seno del tarso ed a livello plantare, talora anche sottomalleolare mediale.


CORREGGERE LA PATOLOGIA CON I CUNEI AMES OsteoSinter®


Una delle soluzioni chirurgiche utilizzate per la correzione di tale patologia sono le osteotomie, svolte ad esempio con l'ausilio di cunei specifici.


I cunei AMES per Cotton & Evans offrono una soluzione specifica per tale tipologia.




I cunei OsteoSinter® EVANS e COTTON sono impianti di titanio poroso che si utilizzano per correggere le deformità del piede piatto acquisite negli adulti, in particolare per la disfunzione del tendine tibiale posteriore di fase II (secondo la classificazione di Bluman)

I cunei sono stati progettati appositamente per l’utilizzo nelle procedure di Evans (per l’allungamento della colonna laterale) o Cotton (migliorare l’inclinazione del primo metatarso ed evitare il sovraccarico della colonna esterna).

Essi consentono un controllo molto preciso dell’entità dell’allungamento o dell’inclinazione.


Sono forniti con un kit di strumenti chirurgici monouso e riciclabili, fabbricati in poliammide 12, che contribuiscono a un impianto preciso del prodotto. Il prodotto è confezionato singolarmente in blister e sterilizzato a raggi gamma.

Un apposito processo di fabbricazione consente di ottenere un prodotto di elevata porosità interconnessa (62-66% del volume), e con una grande stocasticità della distribuzione dei pori, favorendo l’osteointegrazione delle ossa contigue

. Il risultato è un materiale che imita la struttura e le caratteristiche delle ossa umane, specialmente il modulo elastico e la forma della porosità, offrendo al contempo una buona resistenza meccanica e alla fatica.


I cunei OsteoSinter® EVANS e COTTON vengono posizionati mediante uno strumentario sterile monouso in poliammide 12.

Il processo di fabbricazione del materiale OsteoSinter® garantisce una grande omogeneità della porosità e delle caratteristiche del materiale pezzo dopo pezzo in grandi serie di produzione.


4Medicals offre nella suo portfolio anche tali prodotti, per avere maggiori informazioni:













100 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Con PRICE (Protection - Relax - Ice - Compression - Elevation) si intende la combinazione di protezione, riposo, ghiaccio, compressione ed elevazione. Questo trattamento viene usato per i muscoli, i l